Font Size

Cpanel
  • image
  • image
  • image
Sei qui: Home Servizi Demografici Servizi Stato Civile Pubblicazione Matrimonio

Servizi Demografici

Pubblicazione Matrimonio

Indicazioni procedimento

Richiedente avente diritto
I cittadini residenti. I nubendi rilasciano all'Ufficio Stato Civile una richiesta in carta semplice.

Motivi di richiesta del cittadino
Pubblicazioni di Matrimonio.

Documentazione da presentare
In base alla normativa vigente tutti i documenti necessari all'avvio del procedimento relativo alla pubblicazione di matrimonio vengono acquisiti d'ufficio. Pubblicazioni matrimonio rito concordatario: dovrà essere presentata la richiesta di pubblicazione matrimoniale rilasciata dal parroco di competenza per domicilio dell'uno o dell'altro dei nubendi (a cura degli sposi). Nulla osta o certificato di capacità matrimoniale per i cittadini stranieri sono rilasciati dall’autorità diplomatica competente del proprio paese. Il nulla osta deve essere preventivamente legalizzato presso la Prefettura di Roma, Via Circonvallazione Ostiense n. 131/L - tel. 06/67291- se non vi sono convenzioni internazionali tra l'Italia e lo Stato di appartenenza dello sposo o della sposa che ne stabilisca l'esenzione. Se il nulla osta presenta dati anagrafici incompleti, è necessario anche un estratto di nascita su modello plurilingue (tradotto dal Consolato, o Ambasciata o perito traduttore). Documento attestante la regolarità del soggiorno in Italia (per i cittadini extracomunitari).

Contribuzione a carico del cittadino e modalità di pagamento
Marca da bollo da € 14,62 se i nubendi sono residenti nel Comune.
Due Marche da bollo se uno dei nubendi non è residente.
Tre marche da bollo se uno dei nubendi non è residente ed il matrimonio civile viene celebrato in un altro Comune.

Modalità di erogazione del servizio
Consclusa la procedura delle pubblicazioni di matrimonio, l'Ufficio rilascia il certificato di eseguita pubblicazione, documento necessario per fissare la data del matrimonio. Il matrimonio non può essere celebrato prima del quarto giorno dopo compiuta la pubblicazione. Se il matrimonio non è celebrato nei 180 giorni successivi, la pubblicazioni si considera come non avvenuta.

Informazioni

Gli sposi, prima di richiedere le Pubblicazioni debbono avere già deciso in quale comune intendono cotrarre matrimonio. Le Pubblicazioni di matrimonio vanno eseguite nel comune di residenza di entrambi gli sposi e negli eventuali comuni dove gli stessi hanno avuto la residenza durante l'anno. E' comunque possibile contrarre matrimonio (tramite delega del Sindaco o del Parroco) anche in altro comune diverso da quello di residenza. Per l'acquisizione dei documenti necessari, è comunque opportuno rivolgersi all'Ufficio di stato civile del comune di residenza di uno dei due sposi (solitamente quello dove verrà celebrato il matrimonio), che d'ufficio provvederà alla richiesta della documentazione. Tale Ufficio darà tutte le informazioni a seconda dei casi o del tipo di matrimonio da celebrare (civile o religioso).

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso.